La sezione aurea della propria bellezza

Percorso di auto-esplorazione alla ricerca della propria bellezza, seguendo la “regola aurea” dell’arte, della matematica e della natura stessa.

Un’esplorazione intensa, data dall’integrazione di tecniche derivati da approcci teorici diversi e dalle regole base della composizione fotografica alla ricerca del proprio sé verso un “autoritratto consapevole”…guai a chiamarlo “selfie”!

Obiettivi: raggiungere una nuova consapevolezza di sé partendo dalla propria “immagine ideale” fino a giungere alla scoperta e alla realizzazione di un’immagine di sé reale, più autentica, più libera, più intima.

Metodologia: I laboratori si articoleranno in brevissimi momenti teorici, seguiti da attività pratiche che consentiranno la sperimentazione delle tecniche apprese e di scoprire aspetti del proprio sé attraverso la metafora dell’ immagine latente così come viene chiamata in fotografia. L’orientamento teorico di riferimento è quello della pedagogia fenomenologica, integrato con l’approccio gestaltico e corporeo, dove pedagogia sta nel suo significato di accompagnamento alla crescita (educazione) e fenomenologica sta nel senso più propriamente etimologico (fainomai, ciò che appare), cioè come la manifestazione degli eventi naturali percepibili dalla persona che ne fa proprie rappresentazioni (con le quali poi entra in relazione con gli altri e con il mondo).

Destinatari_ Professionisti, studenti, tutti coloro che vogliono intraprendere percorsi di crescita personale e avere una visione più chiara del proprio sé, e che vogliono apprendere i rudimenti delle tecniche base della fotografia.